Passa al contenuto principale

Cosa fare

Assaporate il meglio del Qatar con Rachel Morris

Informazioni
Rachel Morris

Biografia

Rachel Morris è una food blogger e travel blogger che vive a Doha, in Qatar, dal 2007. Il suo famoso blog Life on the Wedge è ormai una guida di riferimento per conoscere i migliori posti dove mangiare e bere in Qatar grazie alla sua ricerca coraggiosa delle migliori esperienze gastronomiche nazionali e internazionali.

Ciò che più mi piace del Qatar è che in una sola giornata è possibile provare diverse cucine tipiche di località di tutto il mondo. Dallo street food arabo alla raffinata cucina francese, con una sosta in Malesia o passando dall’India, il Qatar è un vero viaggio per il palato.

Rachel Morris
Rachel Morris Food e travel blogger, autrice del blog “Life on the Wedge”

Le mie storie

Ristorante IDAM

Le notti del Ramadan

Uno dei periodi dell’anno che preferisco in Qatar è il Ramadan. È un momento dedicato alla riflessione, alla famiglia e alle tradizioni. Anche se il COVID-19 ha cambiato il modo in cui il Ramadan viene celebrato sia qui in Qatar sia a livello globale, molte di queste tradizioni permangono. Nonostante non sia musulmana, il Ramadan fa ormai parte del mio ritmo di vita, un momento dell’anno che aspetto impazientemente. Per me la parte più bella è quando si interrompe il digiuno al tramonto e le famiglie e gli amici si riuniscono. Ci sono anche tradizioni gastronomiche, per esempio il piatto qatariota chiamato Harees, fatto con datteri, riso e grano, che amo assaporare in questo periodo dell’anno.

Ristorante IDAM

Il panorama gastronomico del Qatar in costante evoluzione

Quando sono arrivata in Qatar, la scena gastronomica non era così all’avanguardia come lo è oggi. C’erano alcuni ottimi ristoranti arabi e indiani, oltre a quelli italiani. Molto è cambiato negli ultimi 15 anni o giù di lì, dato che Doha è cresciuta fino a diventare una città veramente globale da tanti punti di vista. Se mi aveste detto che avrei potuto provare l’autentica cucina peruviana Nikkei, specialità uzbeke o persino gli autentici ravioli cinesi in un solo giorno, avrei pensato fosse impossibile. Ma oggi invece, tutto è possibile!

Ristorante IDAM

La via delle spezie

Souq Waqif è più di una semplice destinazione turistica. È un vero e proprio mercato, vibrante e vivace, frequentato dalle famiglie locali. Vi si vende di tutto, dai vestiti tradizionali alle attrezzature da cucina e, naturalmente, alle spezie. Adoro visitare il souq delle spezie all’interno del Souq Waqif. È un po’ come tornare indietro nel tempo, con i venditori che espongono mucchi colorati di spezie come la curcuma, la paprika, il peperoncino e molte altre. Si può comprare zafferano dall’Iran, pepe dall’India meridionale e altro ancora. Le spezie vengono confezionate sottovuoto in modo da poterle trasportare facilmente. Vado regolarmente al souq delle spezie per rifornire la mia collezione di spezie e godermi la sua atmosfera. 

Ristorante IDAM

Il divino Umm Ali

Le origini del nome Umm Ali sono incerte, ma la sua squisitezza non lo è. Versione araba del budino di pane e burro, è composto da strati di friabile pasta sfoglia mescolati con pistacchicocco in scaglieuva passa e molto zucchero. Il latte e a volte la panna vengono versati sul composto, che viene poi cosparso di cannella e frutta secca come il pistacchio. Infine, viene cotto in forno fino a quando la superficie diventa dorata. Per me mangiarlo è come ricevere un abbraccio! È possibile gustare l’Umm Ali in molti ristoranti e caffè del Qatar, ma il più famoso è quello dell’iconico Sheraton Grand Hotel ed è qui che ho assaggiato questo dolce la prima volta.

I miei consigli di viaggio

Salite sulla metropolitana: la metro di Doha è scintillante, nuova di zecca e molto conveniente. Può portarvi alla maggior parte dei punti di interesse di Doha e dintorni per pochi riyal. Assicuratevi di chiedere informazioni sul Metro Bus che collega i punti vicini alle stazioni.

Portate una sciarpa o una felpa: siamo nel deserto ma ADORIAMO l’aria condizionata forte, anche nei mesi più freschi, quindi i ristoranti e i caffè a volte risultano freddi.

I miei consigli

I miei consigli per cenare in Qatar

La varietà dei ristoranti in Qatar vi sorprenderà ed è una delle ragioni per cui questo Paese è l’ideale per gli amanti della buona cucina. È adatto a tutte le tasche e a tutti i palati: si trova di tutto, dal posto economico alla cena raffinata, a una via di mezzo. Queste sono le mie raccomandazioni, approvate dai buongustai, su dove mangiare in Qatar:

 

Informazioni utili

Indirizzo

Museum of Islamic Art, 5th Floor، Corniche Promenade, Doha, Qatar

Telefono

Orari

Sunday to Thursday: 12:30–3:00 PM & 7:00–10:00 PM

Le 10 migliori caffetterie di Doha per veri amanti del caffè

Per chi preferisce prendere un tè: il Karak è praticamente la bevanda nazionale del Qatar. È composto da tè, latte e zucchero, viene servito bollente e abbastanza dolce, e vi darà la carica per i giri turistici. Normalmente una tazza costa 1 QAR mentre nei posti più eleganti può arrivare a costare 5 QAR.

Vita notturna: Doha si anima di notte, quindi non stupitevi se durante il giorno alcuni posti sembrano tranquilli. Molti luoghi, come il Souq Waqif, aprono al mattino, chiudono a pranzo e poi aprono di nuovo di sera.

I miei itinerari

Seguite il mio itinerario

1.       Assaporando il Souq Waqif

Il cuore storico di Doha, ilSouq Waqifè stato ricostruito sul sito del vecchio mercato della città. È facile passare ore a perdersi nei suoi vicoli tortuosi. Qui troverete anche ottimi posti per mangiare.

Per una visita in grande stile, iniziate facendo il pieno di energia con una colazione in tarda mattinata in uno dei due caffè di proprietà di donne del Qatar, Shay Al Shamous e Al Jasra Café. Entrambi servono sostanziosi piatti tipici del Qatar, come il rajaj (pane sottile di solito spalmato con formaggio o miele) e il tè karak.

Poi dirigetevi verso il vicino Museo di Arte Islamica, raggiungibile a piedi dal Souq o con una breve corsa in taxi, per esplorare le collezioni permanenti di manufatti islamici attraverso i millenni. Fate una sosta al MIA Café, situato nell’atrio a volta del museo, che offre una vista mozzafiato sulla Corniche fino alle torri di West Bay. Qui potete sorseggiare un caffè e magari assaggiare una torta, ma conservate l’appetito per la prossima tappa.

Tornando al Souq, pranzate al Parisa Souq WaqifPreparatevi per un’esperienza indimenticabile: l’opulento interno a specchio vi abbaglierà tanto quanto il menu di specialità persiane. Provate il Taj Bareh Kebab, una delle specialità, composto da costolette d’agnello alla brace, o uno dei tradizionali kebab iraniani.

Passeggiate per il Souq, tenendo presente che si anima dopo le 16:00: passate dai piccoli negozi che vendono ninnoli e oggetti come pashmine e souvenir. Fate attenzione alla polizia, vestita con l’uniforme tradizionale, che si aggira sui Segway.

Per il dolce, andate al Souq dei profumi, situato di fronte al principale Souq Waqif. Qui si trovava il vecchio Gold Souq (ora trasferito) e lo spazio è stato recentemente rinnovato. All’interno troverete un grazioso caffè chiamato Gelato Divino che serve gelato, torte e caffè, e potrete godervi un momento di pausa dal vostro giro turistico.

Poco prima del tramonto tornate nel cuore di Souq Waqif, all’Al Jomrok Boutique Hotel . All’ultimo piano troverete un gioiello nascosto, il Shurfa Arabic Lounge, dove potete prendere un drink e godere di una vista unica sul tramonto, che abbraccia il Souq, la Corniche e oltre. 

  1. Souq Waqif
  2. Al Jasra
  3. Museo di Arte Islamica
  4. Parisa
  5. Gelato Divino
  6. Al Jomrok Boutique Hotel

2.       Alla ricerca dello shawarma, un piatto della tradizione araba

Lo shawarma è il tipico street food arabo. Pane pita ripieno di fette di pollo o agnello, sottaceti (a volte patatine), il tutto condito con salsa all’aglio. Questo tour vi porterà nei migliori posti del Qatar dove gustare lo shawarma. Consiglio di iniziare a stomaco vuoto.

Aspettatevi di fare la fila in alcuni posti e portate con voi dei contanti (molti posti non accettano carte di credito). I prezzi vanno dai 5 QAR ai 10 QAR per shawarma. Molti di questi posti possono essere raggiunti con la metro di Doha o in taxi:

La vivace area commerciale di Matar Qadeem è un paradiso per i buongustai ed è qui che si trova Mashawi Al Arabi, Matar Qadeem, è in cima alla lista dei migliori shawarma della città. Questo è dovuto a una spezia speciale chiamata "bacharat masala” che viene aggiunta alla carne (manzo o pollo) a ogni ordine. Se gradite il piccante, fidatevi di me e chiedete la salsa turca.

Vicino a Mashawai c’è Petra, Matar QadeemSi trova accanto a un supermercato, ma non lasciatevi ingannare: qui i pita sono farciti di shawarma di pollo, accompagnati da lattuga, cipolle e pomodori, e conditi con salsa tahini. Per una marcia in più, chiedete la versione piccante. I vegetariani possono provare i loro panini falafel, le polpette sono abbondanti e molto saporite. Petra ha anche dei locali a Bin Omran, Al Nasr e Umm Ghuwailina.

Il ristorante Jabal Lebnan, Al Nasr dista solo una breve corsa in taxi e secondo i proprietari i loro shawarma sono così famosi grazie a uno speciale ingrediente segreto. Qualunque cosa sia, sono deliziosi, e la tostatura del panino dà quella croccantezza in più. Vi consiglio di aggiungere la salsa piccante.

A poca distanza c’è il ristorante Beit Jeddi a Muntazah dove gli chef hanno creato una speciale miscela di spezie per dare ai loro shawarma quel tocco in più. Servito in stile libanese con patatine, sottaceti e una meravigliosa salsa all’aglio, raccomando di provare anche gli altri loro piatti, tra cui i fatayer, focaccine ripiene di formaggio, spinaci, carne o altri ripieni.

Un po’ più lontano, ad Al Rayyan, si trova il ristorante Marhaba Istanbul, il cui team è orgoglioso di usare manzo australiano per gli shawarma e pollo di buona qualità. La loro salsa tahini è leggendaria e al sapore di aglio, e fa sì che valga la pena fare il viaggio fino alla periferia.

  1. Petra Restaurant
  2. Jabal Lebnan Restaurant
  3. Beit Jeddi Restaurant
  4. Marhaba Istanbul Restaurant

3.       Mangiare a Freej Bin Mahmoud

Con il suo mix di cucine internazionali, negozi di alimentari e altro, questa zona senza pretese di Doha è diventata un’attrazione per i buongustai. È possibile provare le cucine di tutto il mondo senza muoversi da Bin Mahmoud e sembra che ogni giorno apra un nuovo ristorante o caffè! Probabilmente in questa zona si trova la più alta concentrazione di ristoranti coreani della città, ed è solo l’inizio. Questo itinerario vi porterà nei posti più interessanti della zona, la maggior parte dei quali si trova in Bin Mahmoud Street o nell’adiacente Al Jazeera Street, ma è facile attraversare la zona e andare dove vi porta il palato! Non importa dove cominciate la visita, vi suggerisco però di iniziare nel primo pomeriggio e di arrivare affamati.

La crescente comunità russa del Qatar ha dato vita a numerosi ristoranti e caffè dell’Europa orientale.  URTA , su Bin Mahmoud Street serve cucina russa kirghisa ed è entrato nella scena gastronomica da vero protagonista. Iniziate assaggiando le zuppe, tra cui l’iconico boršč di barbabietola e ordinate gli gnocchi ripieni di formaggio o carne come contorno, chiamati pelmeni e vareniki.

Rimanendo in tema russo, il vicino ristorante Afrasiyab (su Bin Mahmoud Street) serve cucina uzbeka. Qui il piatto forte è il Palov fatto di riso, carote, agnello e cipolle

Nel Qatar la Little Korea inizia su al Jazeera Street con Little Yee Hwa, il ristorante gemello di Yee Hwa, probabilmente uno dei ristoranti coreani più popolari della città (e situato nella vicina Al Nasr). Qui troverete la versione coreana del sushi, chiamata Kim Ba, ravanelli sottaceto e altri ripieni avvolti nelle alghe, nonché la Japchae, spaghetti di patate dolci con manzo e un uovo fritto.

Fate un salto da Tofu House per assaggiare la loro versione del pollo fritto americano, o al Korean Fried Chicken per il piatto a base di ali di pollo, chiamato Yangyeom, piccante e appiccicoso. Potete anche concedervi l’ultima moda in fatto di bevande: il bubble tea, latte e tè freddo dolce con gommose palline di tapioca 

Potete poi fare una tappa in Thailandia andando a Khao San, sempre su Al Jazeera Street. Spazioso e luminoso, offre un menu di specialità thailandesi. Ma ad aver entusiasmato i buongustai è la loro zuppa in stile tailandese, servita con carne, pesce e verdure da immergere nella pentola di argilla. Una specialità perfetta per il pranzo!

Se il cibo indiano è più nelle vostre corde, Gokul Gujarati, che si trova su Bin Mahmoud Street, offre thali degni sia di un pranzo sia di una cena, con accompagnamenti illimitati. I thali sono un pasto tipico indiano composto da una selezione di vari piatti che vengono serviti su un vassoio. È un ottimo modo per provare una serie di piatti diversi e si può scegliere l’opzione vegetariana o con carne.

In una strada laterale si trova l’imperdibile Jamal Restaurant,  gestito dal signor Jamal e dai suoi figli. Questo ristorante pakistano è quasi leggendario: c’è un breve menù che viene affisso ogni giorno sulla lavagna bianca e, quando i piatti non sono più disponibili, la lavagna viene aggiornata. Il pollo Karahi, un sostanzioso stufato di pollo speziato accompagnato da focacce calde e fumanti, sarà presente. Accanto si trova una piccola panetteria con un forno a legna.

Lasciate un posticino per il dessert perché Al Aker Sweets è un vero must. Questa istituzione di Doha serve i migliori dolci in stile arabo tra cui l’imperdibile kunafa, un dolce tradizionale mediorientale fatto con pasta di semola fine, imbevuta di sciroppo dolce a base di zucchero, con strati al formaggio, miele e noci. Servito caldo, è una delizia per il palato. Da Al Aker è possibile scegliere il kunafa nella versione croccante o più morbida. 

  1. Ristorante Afrasiyab
  2. Little Yee Hwa
  3. Tofu House
  4. Khao San
  5. Gokul Guajarati
  6. Jamal Restaurant
  7. Al Aker Sweets

4.       Vita da vegetariani

Chi privilegia un’alimentazione vegana o vegetariana sarà soddisfatto dall’ampia scelta disponibile in Qatar. Qui c’è una crescente comunità vegana e vegetariana e pertanto una maggiore scelta di cibi e ristoranti. Questo itinerario vi farà conoscere i migliori posti vegani e vegetariani della città.

Iniziate la giornata con il fuoriclasse dei ristoranti vegani in Qatar, facendo colazione all’Evergreen Organics al The Pearl-Qatar,  uno dei primi caffè completamente vegani di Doha. Per me, le colazioni qui sono le migliori. Prendete un breakfast burrito, una crêpe di grano saraceno ripiena di avocado e crema di anacardi. Il porridge di datteri e pere vi darà la carica necessaria per tutta la giornata. Servono anche succhi di frutta spremuti a freddo e caffè biologico con latte vegetale. Inoltre avrete l’occasione di visitare The Pearl-Qatar e osservare i passanti.

Nel centro di Doha, fate una sosta a metà mattina da Falafel Al Akawi. Come suggerisce il nome, la specialità qui sono i falafel, proposti in versione abbondante e ultra saporita. Il resto del menu è principalmente vegetariano: hummus, croccante insalata Fattoush e un altro dei miei piatti preferiti, le melanzane grigliate.

A una breve corsa in taxi dalla Corniche c’è Nosh Cravings, il primo fast-food vegano di Doha, situato in un modesto parcheggio di una stazione di servizio. È il posto perfetto per un pranzo. Con i suoi interni divertenti, le pareti decorate da murales e un menu che farà cadere in tentazione anche gli irriducibili carnivori, si è guadagnato un ardente seguito. Il protagonista è l’hamburger di pollo buffalo, fatto con proteine vegetali e ricoperto di salsa piccante e insalata di cavolo. E il loro shawarma, fatto con il jackfruit, è incredibilmente simile a quello originale. Troverete anche insalate, pizze e frullati buonissimi.

Cenare da Saravana Bhavan è il modo perfetto per concludere una giornata dedicata al turismo. Con diversi locali a Doha, serve da decenni piatti indiani vegetariani a prezzi accessibili. Scegliere cosa mangiare a cena è impegnativo: il menu, disponibile per tutto il giorno, è lungo 20 pagine. I loro bhaji di cipolla sono croccanti e accompagnati dalle salse chutney e sambal e il loro paneer tikka (spiedini di formaggio indiano grigliato) è molto speziato. Se non sapete cosa ordinare, chiedete suggerimenti al personale o indicate il tavolo accanto a voi: è un ottimo metodo per iniziare!

I nostri curatori

  1. Foto profilo di Elmira Kahrobaie

    Elmira Kahrobaie

    Luxury blogger
    Avventure
    Leggi di più su Elmira Kahrobaie
  2. Foto profilo di Mashel Al Naimi

    Mashel Al Naimi

    Pilota motociclistico
    Sport
    Leggi di più su Mashel Al Naimi
  3. Foto profilo di Muna Al-Bader

    Muna Al-Bader

    Artista, Art Ambassador
    Arte e cultura
    Leggi di più su Muna Al-Bader
  4. Foto profilo di Noor  al Mazroei

    Noor al Mazroei

    Chef
    Cibo e bevande
    Leggi di più su Noor al Mazroei