Passa al contenuto principale

Il Qatar

Tradizioni legate al Ramadan

Il Ramadan è il nono e decisamente più importante mese del calendario lunare islamico. In questo periodo, i musulmani di tutto il mondo si astengono dal mangiare e dal bere dall’alba fino al tramonto. Considerato un momento di riflessione e spiritualità, beneficenza e sobrietà, il Ramadan riunisce una moltitudine eterogenea di persone nel comune atto del digiuno. La data di inizio del mese si sposta indietro di circa dieci giorni ogni anno e si basa sulla comparsa della luna. In Qatar, il Comitato per l’avvistamento della luna del Ministero delle Donazioni e degli Affari Islamici (Awqaf) dichiara l’inizio e la fine del mese santo. In genere, i mesi lunari durano 29-30 giorni, in base alla data di avvistamento della luna, che indica l’ultimo giorno di Ramadan e il primo giorno di Eid. Quest’anno, 2021, l’inizio è previsto tra metà aprile e metà maggio.  

Ogni Paese musulmano ha le proprie tradizioni legate al Ramadan e ogni singola comunità integra le proprie tradizioni e i propri festeggiamenti, rendendolo ogni volta un’esperienza nuova. Le speciali decorazioni presenti in ogni angolo del Paese e la festa che inizia ancora prima del digiuno rendono il Ramadan un periodo magico in Qatar. Due settimane prima dell’inizio, i qatarioti segnano l’Al Naflah, che cade nel corso di Sha’ban (il quattordicesimo giorno del calendario Hijri). Le famiglie preparano vassoi di pietanze tradizionali e li condividono con i vicini e le persone indigenti.

Il digiuno inizia all’alba, al termine del suhoor, il pasto consumato prima del sorgere del sole che fornisce l’energia per tutto il giorno. Al tramonto, il cannone del Ramadan segnala la fine del digiuno e l’inizio del pasto serale, l’iftar. L’origine di questa tradizione è fonte di dibattito; qualcuno afferma che sia nata in Egitto, altri che venga dall’Impero Ottomano. Il colpo di cannone doveva essere sentito anche da lontano, in modo tale che tutti sapessero che era giunta l’ora di mangiare. In Qatar, questa tradizione è ancora viva ed è trasmessa in diretta da Qatar TV. Per osservare la salva di cannone dal vivo, è possibile recarsi al Souq Waqif, a Katara, presso la Grande Moschea Muhammad Ibn Abdul Wahhab o al Souq Al Wakra.   

Dopo il digiuno, arriva il banchetto: dall’iftar si passa al più grande e più festoso ghabga (un altro pasto notturno). La parte migliore del Ramadan arriva la notte. Nonostante sia un mese noto per l’astensione dal cibo, diverse pietanze vengono cucinate appositamente per il Ramadan e ogni famiglia ha i suoi piatti preferiti. Tuttavia, alcuni sono immancabili nelle case dei qatarioti e arricchiscono la tavola dell’iftar da decenni.  

Ecco alcune di queste pietanze:

-       Harees: a base di carne battuta con grano, olio d’oliva e cannella.

-       Al Thareed: un croccante pane azzimo disposto a strati con una zuppa a base di agnello, pollo o di sole verdure.

-       Al Luqaima: pastella fritta ricoperta di sciroppo di zucchero, generalmente aromatizzata con acqua alle rose o ai fiori d’arancio.

La città prende vita dopo l’iftar e un gran numero di luoghi pubblici, come negozi, ristoranti e centri culturali riapre dopo la chiusura diurna.  Dopo l’ultima preghiera diurna (Isha), nelle moschee si recita la speciale preghiera Tarawih, con l’obiettivo di leggere l’intero Corano entro la fine del mese.

Il quattordicesimo giorno di Ramadan, i bambini festeggiano il  Garangao, una tradizione presente esclusivamente nella regione del Golfo e particolarmente importante in Qatar. Si festeggia a metà Ramadan ed è nato per premiare l’impegno dei bambini nel digiuno. Le famiglie si riuniscono durante il Ghabga e distribuiscono i Garangao (sacchetti pieni di frutta secca, dolciumi, semi ricoperti di zucchero e altre caramelle) ai bambini del vicinato che per tutta la notte cantano la "Gara", una canzone tradizionale. La Gara è il termine Khaliji (del Golfo) che indica il suono di due oggetti che cozzano l’uno contro l’altro e indica il suono della frutta secca e dei dolciumi nei sacchetti o il bussare alla porta dei bambini.

Il Ramadan in Qatar è un’esperienza meravigliosa. Sono tantissime le attività e le celebrazioni a cui è possibile partecipare in questo periodo, ma è consigliabile prestare attenzione ad alcuni aspetti.

Consigliato

Durante il Ramadan molti negozi aprono tardi e chiudono presto; pertanto, è meglio controllare gli orari prima di uscire.

È consigliabile non indossare pantaloni corti o abiti succinti negli spazi pubblici durante il Ramadan, poiché sarebbe considerato irrispettoso.

Si tratta di formule di saluto tradizionali durante il mese sacro.

 

Sconsigliato

Queste ore sono generalmente dedicate al digiuno; pertanto gran parte dei ristoranti e delle caffetterie resta chiusa.

In segno di rispetto, è consigliabile non ascoltare musica ad alto volume in questo periodo.

 

Continua a scoprire

Cosa fare